Single Blog Title

This is a single blog caption

Pescara atteso dall’esame contro la capolista Anzio

La parola d’ordine in casa Pescara Pallanuoto e ripartire. Sabato alle Naiadi, con inizio fissato alle 17, per la decima giornata del campionato maschile di pallanuoto di serie A-2 girone sud arriva la capolista Anzio, avversario tanto difficile quanto affascinante per la squadra allenata da Paolo Malara. I biancazzurri non attraversano un gran momento di forma: nelle ultime due trasferte sono arrivate altrettante sconfitte, entrambe per un solo gol di scarto, prima nella vasca della Vis Nova e poi in quella dell’Arechi. Proprio per questo però, se da un lato Anzio in questo momento è l’avversario più scomodo da potersi trovare di fronte, dall’altro la sfida contro i pontini può tirare fuori stimoli e voglia di riscatto nei giocatori del Delfino, poco abituati a masticare amaro come accaduto di recente. Certo bisognerà fare molto meglio di quanto visto nelle ultime due uscite: occorrerà una prestazione maiuscola si fase di attacco che in difesa, reparto che ultimamente ha concesso troppo agli avversari.

“Mi aspetto una reazione dai miei, per prima cosa mentale”, dice Paolo Malara alla vigilia. “Nelle ultime settimane abbiamo commesso troppi errori, individuali e di squadra, che non dovremo ripetere contro un avversario come Anzio costruito per andare in A-1. Se con la Vis Nova segni 14 gol e perdi e a Salerno ne fai altre 12 ed esci sconfitto significa che hai concesso troppo agli avversari. Sono però convinto che se riusciamo a dare il 100% possiamo giocarcela anche davanti a un avversario come Anzio”.

Malara dovrebbe confermare gli stessi uomini visti all’opera sette giorni fa. In settimana D’Aloisio ha avuto in problema al collo, mentre Calcaterra ha dovuto fare ricorso alle terapie dopo un colpo preso in vasca sabato scorso. Entrambi però dovrebbero farcela per sabato.

Per la partita contro Anzio Paolo Malara ha convocato 13 giocatori:

Goran Volarevic, Luca De Vincentiis, Marco Laurenzi, Carlo Di Fulvio, Mattia De Ioris, Cesare Mancini, Davide Giordano, Marco Stanchi, Fabio Di Fonzo, Andrea D’Aloisio, Enrico Calcaterra, David Micheletti, Francisco Molina.