Single Blog Title

This is a single blog caption

Il Pescara a Messina per difendere il terzo posto

Quattro giornate da giocare, il terzo posto da difendere e l’obiettivo play-off da voler centrare a tutti i costi. Sono questi i pensieri che accompagnano il Pescara Pallanuoto verso la difficile e delicata trasferta di Messina. Contro il Cus (sabato 4 maggio ore 14, diretta Facebook sulla pagina del Pescara Pallanuoto), è l’ennesimo scontro diretto di un campionato che nonostante le difficoltà degli ultimi tempi può ancora regalare grandi soddisfazioni. Certo, viaggiare ogni giorno per trovare una piscina dove allenarsi non è facilissimo: il Pescara ha girato tra Silvi e Sulmona, prima di partire verso la Sicilia. Paolo Malara non vuole sentir parlare di scuse e problemi: nella sua testa c’è la voglia di riscattare la sconfitta contro la Vis Nova Roma per continuare ad inseguire quello che lui per primo ha definito il sogno.

“Ormai sappiamo quella che è la nostra situazione, ce ne siamo fatti una ragione e andiamo avanti. I problemi sono altri, non una piscina dove allenarsi”, dice alla vigilia dell’ultimo allenamento prima della partenza. “Mancano quattro giornate, che sono quattro finali. Abbiamo fatto tanto per arrivare fin qui, i ragazzi sono di una disponibilità straordinaria. Dispiace per quello che è successo alle Naiadi, ma noi vogliamo e dobbiamo andare avanti per la nostra strada”. Quindi conclude: “A Messina ci aspetta una partita durissima, così come lo saranno tutte da qui alla fine. La squadra deve continuare a giocare come ha fatto da inizio campionato, con la stessa voglia e la stessa determinazione. Solo così possiamo pensare di raggiungere il traguardo”.

Questi i convocati per la partita di Messina:

Goran Volarevic, Gianluca Di Nardo, Marco Laurenzi, Carlo Di Fulvio, Mattia De Ioris, Giovanni Sarnicola, Davide Giordano, Pierpaolo Provenzano, Fabio Di Fonzo, Andrea D’Aloisio, Enrico Calcaterra, Alberto Agostini, Francisco Molina Rios.