Single Blog Title

This is a single blog caption

Paolo Malara e Goran Volarevic rinnovano con il Pescara Pallanuoto

La doppia, attesa notizia è finalmente arrivata. L’allenatore Paolo Malara e il portiere Goran Volarevic anche l’anno prossimo difenderanno i colori biancazzurri. Dopo giorni di trattative le parti sono riuscite a trovare un accordo, importantissimo per portare avanti un discorso iniziato durante la stagione da poco conclusa e che adesso mira al consolidamento. Con l’allenatore ligure l’ok era già arrivato la scorsa settimana. Ieri poi, anche il portierone croato (naturalizzato italiano) ha confermato il sì al progetto pescarese, per la soddisfazione del presidente Cristiana Marinelli: “Siamo molto contenti delle due conferme, che per noi rappresentano la base su cui costruire il futuro. Senza nulla togliere al resto della squadra, che tanto bene ha fatto quest’anno, avere una garanzia in panchina e un’altra in porta significa lavorare con un’ottima intelaiatura. Adesso, dopo aver ottenuto il loro sì, parleremo con tutti i giocatori perché la nostra volontà è quella di mantenerli e continuare a crescere insieme. Senza fare voli pindarici ci piacerebbe consolidare il lavoro fatto quest’anno, potendo contare sull’utilizzo della piscina che l’anno scorso ha rappresentato il nostro tallone d’Achille”.

Contento anche Paolo Malara, che non ha mai nascosto il suo apprezzamento per la società e per la città di Pescara: “Con il presidente è bastata una stretta di mano perché entrambi avevamo voglia di continuare”, dice il confermatissimo allenatore del Delfino: “C’è voglia di portare avanti un progetto iniziato quest’anno, per provare a migliorarci strada facendo. Senza cercare alibi, la chiusura delle Naiadi ha condizionato il finale dello scorso campionato. Adesso, con la possibilità di gestire direttamente lo spazio acqua ci sono i presupposti affinché situazioni del genere non si verifichino più”. Intanto bisognerà allestire la squadra: “Nel giro di qualche giorno vorrei chiudere il cerchio. La società ha già iniziato a lavorare e adesso parlerà con tutti i ragazzi. Io spero che si possa mantenere l’ossatura, magari puntellandola se ci saranno le giuste opportunità”.

Dello stesso tenore le parole del numero uno del Pescara Pallanuoto, che oltre a difendere i pali della prima squadra continuerà, come già accaduto nel corso della passata stagione, l’attività con il settore giovanile: “L’anno scorso abbiamo iniziato un lavoro e sono molto contento di poterlo portare avanti”, dice prima di volare in Corea per gli impegni con la nazionale.