Single Blog Title

This is a single blog caption

Di Fulvio e Volarevic trascinano il Pescara. Muri Antichi battuti 12-7

Non poteva iniziare meglio il 2020 per il Pescara Pallanuoto, che alle Naiadi supera per 12-7 i Muri Antichi rafforzando il secondo posto in classifica. Nonostante i tanti problemi della vigilia, con una lunga serie di acciaccati tra influenza e infortuni, i ragazzi guidati da Paolo Malara non hanno sbagliato praticamente nulla, dall’approccio alla gestione, per portare a casa il quarto successo nelle prime cinque partite di campionato. Carlo Di Fulvio è stato l’assoluto protagonista della sfida con 5 reti personali, nonostante il mal di schiena accusato in settimana. Strepitosa anche la prova del portierone pescarese Goran Volarevic, capace di neutralizzare due rigori agli ospiti. Ma in generale è stata tutta la squadra ad offrire la prestazione che serviva per avere ragione dei siciliani.

 

Il primo gol è ospite e porta la firma del capitano Muscuso. Passano pochi secondi e la reazione biancazzurra è tutta opera di Andrea D’Aloisio, in acqua nonostante la febbre che ha messo a rischio il suo impiego fino all’ultimo. Prima del riposo Di Fulvio sigla la sua prima marcatura. La doppietta di De Ioris segna il primo allungo, poi va in gol Riccioli, seguito da Stanchi e quindi Zovko. Nel frattempo Volarevic para il primo rigore a Rojas. Al rientro in vasca segna ancora Zovko prima dei gol di Stanchi e Di Fulvio. Mario Garozzo prova ad accorciare, ma la doppietta di Di Fulvio e il gol di Calcaterra ristabiliscono le distanze. Nell’ultimo parziale va ancora in rete Mario Garozzo, quindi i soliti Di Fulvio e Calcaterra, prima del gol di Zovko. Volarevic mette il punto esclamativo parando il secondo rigore di giornata a Riccioli.

 

“Il mal di schiena è passato prima della partita”, scherza al termine Carlo Di Fulvio. “Sono molto contento di queste cinque reti, soprattutto perché sono servite per arrivare al risultato. Il merito però va a tutta la squadra e al nostro portiere Volarevic, che oltre ai due rigori parati ha chiuso la porta”. E prosegue: “Siamo un gruppo compatto, unito, dove ognuno dà una mano all’altro. Siamo riusciti a rendere facile una partita che non lo era per niente. Adesso archiviamola e pensiamo a sabato prossimo, dove ci aspetta un’altra gara complicata in casa dell’Acquachiara”

PARZIALI: 2-1, 3-2, 5-2, 2-2

ARBITRI: Domenico Rotondano (Salerno), Matteo Rotunno (Napoli. Crono: Roberto Verde (Cassino)

PESCARA PALLANUOTO: Volarevic, De Vincentiis, Laurenzi, Di Fulvio (5), De Ioris (2), Mancini, Giordano, Stanchi (2), Di Fonzo, D’Aloisio (1), Calcaterra (2), Micheletti, Molina. All. Paolo Malara

MURI ANTICHI: Ruggieri, Riccioli (1), Nicolosi Valerio, Zovko (3), Leonardi, Garozzo Giuseppe, Rojas, Garozzo Mario (2), Ercolani, Belfiore, Muscuso (1), Basile, Nicolosi Flavio. All. Rosario Scorza